La tenuta sorge nel territorio di Cirò, sulle stesse colline che nel passato videro i Greci trasformare il vino da semplice prodotto alimentare a merce di scambio e di culto.

La Tenuta si estende su una superficie di circa 500 ettari di cui, 100 ettari coltivati a vigneto a coltura specializzata, 50 ettari in uliveto secolare, 100 ettari a seminativo e la restante parte composta da pascoli e boschi per il bestiame, allevato allo stato brado, come i bovini di razza Podolica e il suino nero di Calabria.
I terreni, di origine calcareo argilloso e sabbioso, sono molto fertili perché ricchi di sorgenti naturali. L’intera area, baciata da un clima mediterraneo, con estati calde ed asciutte e inverni corti e piovosi, concede le condizioni ideali per la coltivazione della vite e dell’ulivo.
Oggi all’interno dell’azienda svolgono compiti ben precisi 35 collaboratori. Durante il periodo della vendemmia e della raccolta delle olive, i manovali si triplicano.

Nell’azienda è presente un allevamento di bovini, suini e cavalli.

I bovini di razza Podolica sono 200 capi, allevati allo stato brado che, per la loro elevata rusticità e robustezza, si adattano bene ai tipi di terreni collinari e di montagna. L’allevamento produce esclusivamente buoi da corsa e manze da riproduzione. Durante il periodo estivo la mandria parte in transumanza verso i luoghi freschi della Sila, per poi ritornare, a fine autunno, nei pascoli soleggiati e fertili della marina.
Sono presenti inoltre 100 pregiati maiali nero di Calabria, una rara specie rustica che si adatta bene al nostro territorio, visto che, la loro grande caratteristica oltre alla rusticità è il grande istinto materno. Sono allevati allo stato brado, in zone ricche di querce e frutta selvatica. La loro carne è molto ricercata e i prosciutti e insaccati sono magri e saporiti. L’azienda produce questi pregiati prodotti caserecci solo ed esclusivamente per la degustazione in cantina.
Cavalli e Asini, infine, impreziosiscono l’allevamento, abbellendone l’intera tenuta della loro fierezza. Questi sono a disposizione per lunghe passeggiate all’interno dell’azienda.

Corse dei Buoi: “la Carrese”

Unica al mondo, dal punto di vista della spettacolarità e della competenza necessaria per il suo svolgimento, avviene solo in pochi paesi d’Italia, tra cui San Martino in Pensilis, Ururi e Portocannone nella regione Molise e, Chieuti nella regione Puglia.
I vitelli maschi, nati dal nostro allevamento, sono quelli destinati alle corse. Questi, all’età di un anno, vengono castrati e marchiati a fuoco con il marchio di famiglia e, successivamente, venduti alle associazioni, dove i loro “carristi”, provvedono all’addestramento che dura all’incirca cinque anni, prima di farli partecipare alla “Carrese”.
La nostra azienda è l’unica in questo genere nel produrre buoi da corsa.

 

Alcune Foto